Dolores La Rocca e Antonella Chiodi dopo essere state scambiate nella culla, si sono incredibilmente ritrovate su Facebook a 46 anni. E' la storia vera di due, all'epoca neonate, scambiate nella culla 46 anni fa...
in ,

Scambiate nella culla, si incontrano dopo 46 anni su Facebook

Dolores La Rocca e Antonella Chiodi dopo essere state scambiate nella culla, si sono incredibilmente ritrovate su Facebook a 46 anni. E’ la storia vera di due, all’epoca neonate, scambiate nella culla 46 anni fa presso il nido dell’ospedale San Giovanni a Roma.

A quei tempi, infatti, non esisteva ancora l’identificazione dei neonati mediante braccialetto, ma solo per mezzo di un cerotto apposto sulla loro schiena. E grazie a quel cerotto il personale sanitario si è accorto dello scambio e le mamme hanno potuto abbracciare ognuna la propria rispettiva, e vera, figlia.

Scambiate nella culla dell'ospedale
Scambiate nella culla dell’ospedale

La ricerca era iniziata da parte di Dolores La Rocca che tramite il programma C’è posta per te di Maria De Filippi, avrebbe voluto incontrare Antonella Chiodi. Purtroppo, non è andata a buon fine e solo dopo 46 anni le due donne si sono riconosciute su Facebook grazie a uno scambio di e-mail.

Il fatidico incontro è avvenuto a Sulmona, in provincia de L’Aquila: “Il nostro incontro – ha raccontato Dolores – è un cerchio che si chiude. La sua presenza è parte della mia vita, è qualcosa che non si può cancellare”. E Antonella ha aggiunto che si tratta di un’emozione davvero immensa e indescrivibile a parole.

Una bella storia con tanto di lieto fine. Di sicuro, dopo l’incontro su Facebook, tra le due donne scambiate nella culla sarà nata una stupenda complicità nella realtà!

 

What do you think?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il discografo, la macchina che trasforma i disegni in musica

Le 10 regole d’oro per sciare divertendosi e senza farsi male