Kirsten Dunst, chewing gum sul red carpet
in ,

Kirsten Dunst, chewing gum sul red carpet

Sicuramente tutti abbiamo sperimentato, almeno una volta nella vita, simili incidenti. Lo sa bene Kirsten Dunst, che alla prima londinese di Spider-Man 2, nel luglio 2004, rimase con la suola della scarpa appiccicata a un chewing gum abbandonato sul red carpet. Così tra rabbia e disgusto, una bodyguard fu costretta a soccorrere l’attrice statunitense per rimuovere la gomma da masticare abbandonata sul red carpet.

Kirsten Dunst, chewing gum sul red carpet
Kirsten Dunst, chewing gum sul red carpet

Tra i suoi film più recenti, Marie Antoinette, premiato al Festival di Cannes 2006, dove impersona la regina francese. Ma il ruolo che l’ha resa celebre è sicuramente quello di Mary Jane Watson, la fidanzata dell’Uomo Ragno nella saga cinematografica Spider-Man.

Kristen Dunst sul red carpet




Kristen Dunst sul red carpet

Sono passati nove anni, da allora. Ma adesso i tabloid di Sua meastà la Regina Elisabetta rilanciano la campagna contro i chewing gum. Precisamente contro la cattiva abitudine di lasciarne i resti per strada. Una simile condotta non è infatti giustamente tollerata. Anche perché chi butta una gomma da masticare nel cestino non se la ritrova più sotto le suola delle scarpe. Nella speranza che anche divi e dive del cinema, spesso immortalati dai paparazzi con il chewing gum in bocca, lo smaltiscano in maniera più civile.

chewing gum
chewing gum

Quella della gomma da masticare è una fiorente industria. Nella sola Gran Bretagna, vengono consumati circa 3,5 miliardi di chewing gum ogni anno. A giudicare dallo stato dei marciapiedi di molte città (non solo nel Regno Unito), la maggior parte finisce per le strade. E, dopo quanto accaduto a Kirsten Dunst, anche sui red carpet. Pensate che soltanto a Londra, in Oxford Street, vengono rimossi oltre 300.000 residui di gomma da masticare ogni tre mesi.

Ma perché allora masticare chewing-gum? Apparentemente, secondo uno studio, renderebbe più intelligenti. Sembra curioso però che per aumentare le performance cererbrali sia necessario sprecare denaro e masticare come mucche da latte, mettendo a rischio la salute dentale. Magari, il divieto contro i chewing gum per strada dovrebbe prevedere non solo una tassa per chi ne lascia i resti sui marciapiedi, ma obbligare a pulire chiunque si trovi a masticare e sputare chewing gum anche sul red carpet.

Perlomeno per evitare altre brutte figure a Kirsten Dunst. No?! :mrgreen:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Li Meng, sei anni in un Internet cafè

australiana innamorata di un koala

Australiana innamorata di un koala