Io speriamo che me la chiavo
in , ,

Io speriamo che me la chiavo: i messaggi degli attori porno in un libro

Io speriamo che me la chiavo
Io speriamo che me la chiavo

Io speriamo che me la chiavo è un piccolo libro che raccoglie i messaggi di aspiranti attori porno inviati alla Rabbit video, la più importante casa di produzio­ne di video hard del nostro Paese.

Un’accurata selezione di lettere scritte da fans ansiosi di accedere ai provini del porno (e non solo) che la Rabbit video lanciò alla fine degli anni ’90.

Per darvi un’idea, Rocco Siffredi, Selen ed Eva Henger facevano parte della scuderia Rabbit, e per moltissimi italiani rappresentavano un vero e proprio modello erotico. Così, curricula, foto, descrizioni e proposte provenienti da ogni parte d’Italia sono uscite dagli archivi della casa di produzione ed entrati a far parte di Io speriamo che me la chiavo.

Il volume ha catturato la nostra curiosità perché davvero singolare, pieno di strafalcioni esilaranti e di esaltazioni delle presunte capacità amatorie dei pornodivi o aspiranti tali.

Io speriamo che me la chiavo, per chi se lo fosse perso, è una raccolta di 144 pagine contenenti testimonianze fotografiche, messaggi e testi molto divertenti e originali, refusi compresi.

Il libro, suddiviso in due brevi capitoli, raccoglie nel primo gli scritti degli aspiranti attori porno e di seguito quelli degli uomini che danno o cercano consigli alla Rabbit e ai pornodivi. Pensate che il libro è stato pubblicato in 80.144 edizioni, l’ultima a febbraio 2013.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per uscire da Facebook paga figlia 200 dollari

Eliminare le rughe con 20 minuti di schiaffi