in

Gli scienziati trovano un inaspettato tesoro di forme di vita sotto la piattaforma di ghiaccio antartica

Un team di ricercatori dell’Alfred Wegener Institute in Germania ha scoperto ben 77 specie che vivono sul fondo del mare sotto una piattaforma di ghiaccio dell’Antartide – un indizio che questo misterioso regno potrebbe essere molto più ricco biologicamente di quanto gli scienziati abbiano realizzato.

Si sa poco dell’ambiente sotto le piattaforme di ghiaccio galleggianti dell’Antartide, le estensioni verso il mare dei ghiacciai del continente che si estendono per 1,6 milioni di chilometri quadrati. Si tratta di un ambiente duro e freddo, avvolto in un’oscurità continua, e gli studi precedenti sulla vita sotto il ghiaccio hanno documentato solo poche decine di forme di vita resistenti.

La nuova ricerca, pubblicata all’inizio di questo mese su Current Biology, ha identificato più specie in un solo punto di quelle che erano state precedentemente documentate su tutte le piattaforme di ghiaccio del continente ghiacciato. Dopo aver praticato due fori attraverso la piattaforma di ghiaccio Ekström del Mare di Weddell, i ricercatori hanno raccolto campioni del fondo marino nel 2018.

Hanno scoperto che la biodiversità su questo pezzo di fondale è “più ricca di molti campioni di acqua aperta che si trovano sulla piattaforma continentale dove c’è luce e fonti di cibo”, secondo un comunicato stampa del British Antarctic Survey. Quattro delle specie studiate hanno sperimentato tassi di crescita annuali “paragonabili a quelli di animali simili” in habitat di acqua aperta. Le creature marine identificate dai ricercatori includevano invertebrati che formano colonie chiamati briozoi e vermi serpulidi.

Pubblicità

Questi organismi sono alimentatori in sospensione, il che significa che si siedono in un posto sul fondo del mare, strappando pezzi di materia organica che galleggiano. I ricercatori sospettano che stiano mangiando alghe trasportate sotto la piattaforma di ghiaccio dalle correnti. “Questa scoperta di così tanta vita che vive in queste condizioni estreme è una sorpresa completa e ci ricorda come la vita marina antartica sia così unica e speciale”, ha detto l’autore principale dello studio David Barnes in un comunicato stampa. “È sorprendente che abbiamo trovato prove di così tanti tipi di animali, la maggior parte si nutre di microalghe eppure nessuna pianta o alga può vivere in questo ambiente”.

Un’altra sorpresa per i ricercatori è stata quanto antico sembra essere questo ecosistema ghiacciato. Usando una tecnica chiamata datazione al carbonio, i ricercatori hanno scoperto che i frammenti di animali morti raccolti avevano fino a 5.800 anni. Tuttavia, solo perché gli animali hanno vissuto sotto le piattaforme di ghiaccio dell’Antartide per migliaia di anni, non significa che sopravviveranno nei prossimi secoli: il British Antarctic Survey ha notato in un comunicato stampa che il cambiamento climatico e l’accelerazione del collasso delle piattaforme di ghiaccio significa che “il tempo sta finendo per studiare e proteggere questi ecosistemi”. “Può essere freddo, buio e povero di cibo nella maggior parte dei luoghi, ma l’habitat meno disturbato sulla Terra potrebbe essere il primo habitat ad estinguersi quando le condizioni delle piattaforme di ghiaccio spariscono a causa del riscaldamento globale”, hanno scritto i ricercatori nel loro documento.

Comments

Lascia un commento





Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Loading…

0